La nascita della relazione corporea

“[...] scoprire il piacere di giocare con le sue mani, con i suoi piedi, poi con tutti i suoi segmenti, il piacere di modificare la forma del suo corpo, poi di spostarlo. È il piacere di “vivere il proprio corpo”, che è essenzialmente piacere del movimento fine a se stesso senza finalità. È l'apprendimento progressivo [...]